Uovo in Camicia con Carciofi trifolati, Prosciutto croccante e Polentina di Grano Saraceno

Ecco il temibile uovo in camicia, conosciuto per la sua difficoltà di preparazione. In realtà bastano davvero pochi accorgimenti per ottenere un ottimo risultato, senza romperlo e mantenendo il tuorlo liquido, anche se lo preparate per la prima volta.


Per due porzioni:

2 uova grandi freschissime, se possibile nostrane

2 carciofi

1 fetta di prosciutto crudo 

1 cucchiaio di aceto di vino bianco 

1 spicchio di aglio

250 gr di farina di Grano saraceno (per polenta taragna)

Olio evo, sale e pepe

  1. Cominciare preparando la polenta, che avrà bisogno di 45′ di cottura: portare a ebollizione 1 lt di acqua, salare e versare a pioggia la farina, mescolando inizialmente con una frusta e poi continuando a mescolare  di tanto in tanto con un cucchiaio di legno per 45′.
  2. Nel frattempo preparare i carciofi: privarli del gambo, delle foglie esterne più dure (due giri o tre a seconda della grandezza del carciofo) e della punta. Tagliarli entrambi a metà nel senso della lunghezza, togliere la barbetta nel cuore e tagliarli a spicchi sottili.
  3. Scaldare in una padella antiaderente 3 cucchiai di olio con uno spicchio di aglio, aggiungere i carciofi e rosolarli per un paio di minuti, salare e pepare, aggiungere due cucchiai di acqua calda e lasciare cuocere per 10/15 minuti a seconda della morbidezza desiderata. Durante la cottura aggiungere ancora un paio di cucchiai di olio e se necessario un altro pizzico di sale.
  4. Tagliare la fetta di prosciutto Crudo in striscioline, metterle su un foglio di carta forno e cuocerle in forno per qualche minuto a 180 gradi, dovranno essere croccanti.
  5. L’uovo va preparato per ultimo, ogni uovo va cotto da solo nella pentola per 3′. Per questo motivo, prima di buttare le uova nell’acqua che nel frattempo avrete scaldato, consiglio di portare a termine la cottura della polenta che lascerete nel paiolo e dei carciofi da tenere al caldo, in modo da servire subito ogni piatto quando ogni uovo è pronto.
  6. Ecco quali accorgimenti seguire per una buona riuscita ovvero non rompere l’uovo! : 1. L’acqua non dovrà essere portata a ebollizione ma sobbollire, altrimenti l’uovo si romperà 2. Le uova devono essere molto fresche e possibilmente nostrane perché in questo modo sia albume sia tuorlo avranno una ‘densita’ maggiore 3. Aggiungere all’acqua un cucchiaio di aceto bianco di vino, aiuta a coagulare prima l’albume 4. Usare una padella ampia e profonda più di 15 cm per avere lo spazio necessario, l’uovo non deve assolutamente toccare in fondo o le pareti
  7. Ecco come procedere: portare quasi a ebollizione una padella di acqua, aggiungere un cucchiaio di aceto di vino bianco, rompere l’uovo in una ciotolina con molta cautela mantenendo il tuorlo intatto, quando l’acqua sobbolle creare con un mestolo un mulinello mescolando l’acqua, avvicinare la ciotolina al pelo dell’acqua e versare l’uovo al centro del mulinello, continuare a mescolare intorno senza toccare l’uovo in modo che l’albume avvolga il tuorlo, cuocere per 3 minuti, non di più, altrimenti rischiate di ottenere un uovo sodo!
  8. Servire impiattando con la polenta come base, con un coppapasta si potrà creare una sorta di tortino, porvi sopra i carciofi trifolati che la ungeranno con il loro condimento saporito, sopra ai carciofi l’uovo e infine il Crudo croccante.

Ps: è più difficile spiegarlo che farlo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...